sito88euro

inchiestabanner

×

Attenzione

Errore nel caricamento del componente: com_tags, Componente non trovato

Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

Inaugurato ad Aci Castello un bene confiscato alla mafia e sito in via Empedocle n° 52, dopo essere stato recentemente ristrutturato, per quel che riguarda una parte del piano inferiore, dal Consorzio Solco – Coop. “Mosaico” - Fondazione E’BBENE”.

inaugurazione

 

Aci Castello, il comune inaugura un bene confiscato alla mafia
Aci Castello, il comune inaugura un bene confiscato alla mafia
Aci Castello, il comune inaugura un bene confiscato alla mafia
Aci Castello, il comune inaugura un bene confiscato alla mafia
Aci Castello, il comune inaugura un bene confiscato alla mafia
Aci Castello, il comune inaugura un bene confiscato alla mafia
I locali appena ristrutturati e nuovi di zecca saranno messi a disposizione di associazioni che si sono distinte nel territorio, e sono proprio i rappresentanti di queste ultime che hanno dato l'allegro  benvenuto alle tantissime autorità intervenute. A cominciare dal Procuratore Capo della Repubblica, Michelangelo Patanè per continuare con il Vice Prefetto aggiunto, Laura Pergolizzi; il presidente del Consorzio Etneo per la Legalità, Ascenzio Maesano (sindaco di Acicatena) accompagnato dal vice Domenico Rapisarda (Sindaco di Gravina di Catania) e il primo cittadino castellese, Filippo Drago a cui è toccato fare gli onori di casa unitamente al presidente del Consorzio Solco, Dino Barbarossa.

acicastello

 

Aci Castello, il comune inaugura un bene confiscato alla mafia
Alla significativa cerimonia di inaugurazione hanno preso parte anche qualificati esponenti delle forze dell’ordine accolti dal Comandante della locale Stazione dei Carabinieri, Luogotenente Gianfranco Cava. Tanto il Procuratore Patanè che Sindaco Drago, nei loro brevi interventi, hanno sottolineato l’importanza dell’iniziativa foriera di legalità, ricordando che un bene illecitamente acquisito a seguito di illecite attività messe in atto da soggetti mafiosi è stato adesso restituito alla collettività ed ai giovani in particolare che potranno, in questo luogo, sviluppare le loro attività con impegno sempre costante nel campo sociale, dell’aggregazione e della solidarietà reciproca.

 

Joomla templates by a4joomla