Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/5/d544620260/htdocs/raccontiamocatania/plugins/system/gantry/gantry.php on line 406

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /homepages/5/d544620260/htdocs/raccontiamocatania/libraries/cms/application/cms.php on line 460
NEWS DA LEONFORTE - Andamento dell' epidemia

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active
 

27 marzo - Un uomo di Leonforte non anziano sarebbe deceduto oggi all' ospedale Umberto I di Enna. Dove tra l'altro sarebbero risultati positivi 3 medici, non si sa se vi sia un collegamento tra le due cose.

24 marzo - Il comune di Agira è stato posto in zona rossa a causa degli eccessivi contagi.

23 marzo - Vigoroso intervento del Sindaco che predispone la strategia per affrontare l'epidemia nelle prossime settimane e forse, mesi. Potenziamento della protezione civile di Leonforte con un fondo a loro dedicato. Ci sarà un fondo comunale aperto alle donazioni per aiutare le persone meno abbienti che sarà gestito da protezione civile e caritas. In fine il comune apre le porte alle donazioni per il sostegno dell'ospedale.

22 marzo - E' morta all' ospedale Uberto I di Enna la professoressa Giovanna Maria. Persona molto conosciuta in paese, pilastro della comunità, si è spenta per cause ancora sconosciute mentre era in attesa dell' esito del tampone sul virus covid 19.

ore 11.48 - Sarebbero in molti tra le forze dell' ordine locali a Leonforte ad essere attualmente in auto isolamento per sospetto contaggio da Covid 19.

ore 11.42 - E' stato formalmente chiesto dal Sindaco Carmelo Barbera l' invio dell'esercito a Leonforte

21 marzo - Lo sfogo del primo cittadino di Leonforte su Facebook: " State a casa se vi è rimasto un briciolo di dignità". Leonforte è purtroppo destinato a diventare uno dei cimiteri a cielo aperto di questa epidemia in Sicilia a causa della mancata osservanza delle restrizioni. Assembramenti, enormi file ai supermercati, attività aperte senza averne titolo. La situazione, surreale, in uno dei paesi con la maggiore diffusione di epidemia è ormai sfuggita di mano. A nulla sono servite le esortazioni delle autorità ai cittadini.

19 marzo - Salgono a 5 i casi di coronavirus a Leonforte centro che si attesta come peggiore focolaio della provincia di Enna. Malumori sono stati espressi nella pagina Facebook del Sindaco, Carmelo Barbera, da alcuni cittadini che a fronte delle poche informazioni fornite bruscamente dal primo cittadino che scrive " vi si chiede solo di stare a casa " continuano a lamentare una scarsa attuazione delle misure restrittive.

18 marzo - Il Sindaco di Leonforte sollecitato da alcuni cittadini a fornire cifre precise sull'epidemia a Leonforte, il primo cittadino infatti anche se molto attivo sui social per rimproverare (giustamente) la popolazione anche in maniera dura sul rispetto delle restrizioni del decreto è molto restio a fornire informazioni precise sul proprio territorio. Ci si chiede anche in che misura le forze di polizia presenti nel territorio stiano agendo e con quali risultati, secondo varie testimonianze infatti il traffico di veicoli all' interno del paese, stamattina 18 marzo ad esempio, sarebbe abbastanza elevato anche se non paragonabile ovviamente ai tempi pre coronavirus. Queste persone dovrebbero essere fermate e l'autocertificazione controllata?

Ore 20.05 - Alcuni cittadini allarmati segnalano la presenza di una macchina di una pizzeria che effettua consegne,ci si chiede se non sia pericoloso ai fini della diffusione del virus.

Ore 18.26 - Leonforte si stringe intorno al proprio Sindaco, sono tantissimi gli attestati di stima e fiducia che ha ricevuto negli ultimi giorni il primo cittadino a cui tutti i Leonfortesi si stanno affidando con fiducia. Un notevole aumento del rispetto delle misure restrittive unito a varie iniziative del primo cittadino come la disinfestazione del centro urbano potrebbero aiutare a contenere il focolaio. Le misure di sanificazione sono partire dal quartiere Santa Croce ma si estenderanno nei prossimi giorni in tutto il paese.

Ore 17.00 - E' stata confermata la prima delle due potenziali vittime annunciate ieri dal nostro portale a Leonforte, si tratta di una signora, ma secondo le nostre fonti anche un uomo ieri sarebbe deceduto ed è in attesa di tampone. Leonforte è ufficialmente diventata una zona a rischio dove il rispetto delle procedure di quarantena è diventato essenziale.

Ore 10.48 - Non risponde il Sindaco alle richieste di chiarimenti fatte ieri da alcuni cittadini sulla sua pagina social in merito ad un deceduto (adesso si parla di due) ieri al pronto soccorso di Leonforte dove tutto, pare, sarebbe iniziato con il ricovero di una donna da Regalbuto, risultata poi positiva, nel giro di poche ore sarebbero arrivati altri pazienti positivi. Di cui almeno uno, deceduto per crisi respiratoria (uno dei sintomi del coronavirus), silenzio assordante e bocche cucite dal personale medico dell'ospedale.

Ore 9.09 - A breve la ricostruzione di quanto avvenuto ieri al pronto soccorso dell' ospedale di Leonforte.

Ore 9.05 - Le notizie date ieri da questa testata non solo non sono state smentite ma pare che i casi in provincia di Enna siano saliti a 7 a questo punto è probabile che la persona deceduta a Leonforte ieri sia risultata positiva. Nessuna notizia ufficiale ancora su quanto accaduto.

17 marzo - Continua la nostra diretta d Leonforte, paese in provincia di Enna dove pare si stia diffondendo il coronavirus anche a causa del mancato rispetto da parte della popolazione del divieto di uscire anche se, pare che da ieri sera ci siano molt meno persone in giro.

Aggiornamenti previsti per domani mattina

Sono fosche le ipotesi su un possibile scoppio dell'epidemia proprio qui, a Leonforte, al centro della Sicilia. l'Importante centro in provincia di Enna ha infatti registrato un aumento dell'attenzione da parte delle autorità sanitarie per la presenza di 2 casi confermati ed alcune situazioni ritenute a rischio. Il Sindaco del paese sta dimostrando di saper mantenere l'ordine e di saper tenere il polso della situazione anche se l' attuale mancanza di informazioni sta sicuramente generando nei cittadini un senso di paura e panico difficile da gestire. Sono purtroppo ancora troppe le persone che in paese, non capendo la gravità della situazione si ostinano a girare per andare a comprare magari un pacco di sigarette  il pane. Si attendono adesso notizie su 2 persone, la prima, si dice deceduta e in attesa di tampone di cui non conosciamo le generalità ed il parroco del paese, portato in ospedale forse per un malore e di cui ancora, purtroppo, non si sa nulla.

Ma cosa potrebbe succedere se proprio qui nel cuore della più selvaggia Sicilia si dovesse scatenare un epidemia simile a quella che si è verificata in Lombardia? l'Unico ospedale di Leonforte, al centro di tantissime battaglie in questi anni perchè depotenziato è purtroppo assolutamente inefficace nell' affrontare una crisi che possa coinvolgere centinaia di persone, sarebbe Enna, il capoluogo, in questo caso a doversi fare carico della pressione maggiore. 

Non troppo lontano però, c'è anche Caltagirone, ospedale all' avanguardia e tra i primi a dotarsi in Sicilia di reparti dedicati al corona virus.

Ed è forse valutando questi gravi scenari che saggiamente il primo cittadino ha scelto una linea molto dura sui social postando le foto delle numerose bare ammucchiate al cimitero di Bergamo ed utilizzando toni duri e senza mezzi termini. 

Ore 16.41 - Ancora nessuna notizia sulla possibile persona deceduta per crisi respiratoria, il Sindaco non ha ancora ne confermato ne smentito la notizia.

Ore 16.29 - Annunci in tutto il paese tramite megafoni, vietato uscire per qualsiasi motivo. 

Ore 16.24 - Tutta la popolazione di Leonforte è pregata di non uscire di casa. Per nessun motivo. 

Situazione al momento: Alcune notizie sono trapelate oggi da fonti vicine all'ospedale di Leonforte in cui si diceva che una persona era deceduta e che si era in attesa del tampone, la persona sarebbe arrivata in crisi respiratoria. Nel frattempo si è sparsa la voce in paese che anche un parroco è stato trasportato in ambulanza. Il Sindaco conferma la presenza di 2 casi positivi a Leonforte ma si pensa ce ne siano di più. Il primo caso a Leonforte è stato un impiegato comunale che si teme abbia potuto contagiare molte persone a causa del suo lavoro. Al momento si attendono notizie più precise da parte delle autorità. Vi invitiamo a seguire anche la pagina del Sindaco di Leonforte Carmelo Barbera.  

Ore 16.10 - No comment da tutte le nostre fonti autorevoli a Leonforte, quanto è grave la situazione? La cittadinanza chiede spiegazioni sulla pagina del Sindaco che al momento, probabilmente, sta valutando la situazione. 

Ore 16.06 - Il Sindaco non dice ancora nulla ma non smentisce la presenza di un deceduto in attesa di tampone, ansia tra la popolazione. La notizia è emersa da fonti ospedaliere inizialmente trapelate da un gruppo Whatsapp.

Ore 16.00 - Parroco del paese ricoverato, si teme per eventuale positività e persone con cui è stato in contatto. 

Ore 15.57 - Giornalista locale nutre dubbi che i casi siano solo 2. 

Ore 15.52 - Il Sindaco conferma: Il corso resta chiuso.

Ore 15.50 - Il Sindaco conferma 2 casi e smentisce la chiusura del pronto soccorso. Nessuna informazione sulla persona deceduta in attesa di esito del tampone.

Ore 15.48 - Il Sindaco non rilascia ancora informazioni precise su quanto sta accadendo.

Ore 15.42 - Secondo indiscrezioni è stato chiuso il pronto soccorso dell' ospedale di Leonforte.

Ore 15.27 - Situazione spettrale a Leonforte dopo la diffusione della notizia di 3 casi confermati ed un deceduto in attesa della risposta dal tampone effettuato dopo la morte. Situazione grave, scrive il Sindaco su facebook senza specificare ed annunciando l'inasprimento delle misure restrittive. 

Ore 15.21 - Un uomo è stato portato adesso in ospedale, non si conoscono le cause.

Ore 15.17 - Il Sindaco annuncia misure più restrittive in tutto il territorio di Leonforte, è guerra a chi esce.

Ore 15.15 - Si teme per il personale dell' ospedale. 

Ore 15.12 - Il Sindaco Barbera perde le staffe su Facebook: " non avete capito un cazzo"

Ore 15.10 - Non è ancora confermato se il deceduto sia positivo.

Ore 14.57 - Sono 3 i casi a Leonforte, 1 ad Assoro e 1 ad Enna.

Ore 14.00 - Paura al pronto soccorso di Leonforte dove un uomo sarebbe deceduto alcune ore dopo l'arrivo all'ospedale per problemi respiratori. l' uomo sarebbe risultato positivo al tampone coronavirus. Si temono adesso altri contagi in paese legati anche ad una donna di Regalbuto ricoverata per ragioni sconosciute a Leonforte.

 

Seguono aggiornamenti - aggiorna la pagina ogni tot per vedere gli aggiornamenti

 


Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /homepages/5/d544620260/htdocs/raccontiamocatania/modules/mod_menu/helper.php on line 97